Giovanni del Poggetto

Sempre professionale e attivo nel campo della salute mentale cerco sempre nuovi scogli da superare assieme al mio team, elaborando nuovi progetti e studiando approcci innovativi.

Dal 1/9/65  all’ aprile ’69 sono stato responsabile della diagnosi, terapia e riabilitazione del reparto Centrale Uomini dell'Osp. Psich. Prov. di Fregionaia, Lucca, seguendo i pazienti dimessi dall'OPP,  prima rivedendoli in ospedale e poi sul territorio, a domicilio e ambulatorialmente, prima presso il Dispensario Antitubercolare -la Casina Rossa poi presso il Centro Sociale di Via Guinigi, quindi presso il distretto di Ponte a Moriano, in ultimo presso il Centro di Salute Mentale di Camigliano.

Vincitore Concorso Nazionale per Primario Psichiatra O.P.P. di Lucca nel gennaio del 1974. Dal maggio ’78 al novembre ’78 sono stato responsabile dell’apertura e della tenuta del Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura  presso l’ospedale di Campo di Marte a mente della legge 180/78. (con le porte aperte dalle 8 del mattino alle 20: durante questo periodo non sono avvenuti né episodi di fuga né di violenza auto o eterodiretta proprio per il metodo utilizzato).

Da Gennaio dell’81 a dicembre dell’88 responsabile delle Attività Sanitarie Distrettuali e promotore dell’apertura del Centro Diurno di attività riabilitative di Viale Giusti (così detta Villa Giusti) nonché del Corso di Formazione al lavoro per giovani disabili psichici (30 allievi), triennale,  e del successivo Centro di formazione al lavoro, per trenta giovani disabili psichici, basato su 4 azioni lavorative:

- Agricoltura (nei campi dell’Ospedale Psichiatrico di Lucca)

– Falegnameria (presso l’allora CEIS di Ariano)

- Tessenda (presso la tessendo storica dell’Ospedale Psichiatrico)

Edilizia (per ristrutturazioni edilizie presso privati

Incaricato di chiudere l’Ospedale Psichiatrico di Lucca: lo ha trovato a “porte chiuse”, porte che ha provveduto a riaprire  trasformando i sei reparti esistenti in dieci piccole Comunità a “porte aperte” di 5-15 persone ciascuna. Ha chiuso L’Ospedale Psichiatrico il 30 aprile del ’99 senza riuscire a trasferire una lira del budget manicomiale sul territorio.

In relazione alla carente attuazione della 180/78, oltre al mancato trasferimento sul territorio di almeno una parte delle risorse economiche spese fino al ’99, ha individuato altre due possibili cause che necessitano di urgente intervento:

1)far uscire la psichiatria  dalla attuale situazione di autoreferenzialità (resa possibile dalla mancata verifica dei risultati) e

2) la differenza tra un’organizzazione centrata sull’utente (come dovrebbe augurabilmente essere) rispetto a quella centrata sull’operatore, come dimostrato dai dati che vengono raccolti e trasmessi in regione a fine anno.

Ho progettato un Osservatorio Epidemiologico di USL allo scopo di monitorare l’azione dei Servizi di Salute Mentale mentre avviene, e renderne visibili i risultati, nel presupposto che un’organizzazione che tiene conto dei risultati della propria azione è necessariamente centrata sull’utente.

 

Dal 2012 Presidente dell'Associazione Onlus LU.CE. - LUcca CEntro Studi e Interventi sui Disturbi del Comportamento con sede in via Giuseppe Giovannetti 240, Lucca

L’Associazione LU.CE.  -  LUcca CEntro studi e interventi sui disturbi del comportamento  -  con sede  in via Giovannetti n 240, Lucca, è formata da operatori,  simpatizzanti e familiari di persone affette da disturbi del  comportamento, prevalentemente con disturbi dello spettro autistico o con ritardo mentale, in tutte le età  della vita.

LIGHT-LAB idee per crescere è il centro socioeducativo di Associazione LU.CE. nato a Gennaio 2015. Al suo interno si svolgono servizi come laboratori ludico-educativi, percorsi di autonomia e potenziamento delle abilità cognitive.


Puoi contattarci qui:

associazioneluce@yahoo.it

segreteria: 3890657755

dal lunedì al giovedì: 10:00 - 12:00